Modelli iniziali Stilus

From FountainPen
Jump to: navigation, search
Serie di penne della produzione iniziale della Stilus

Storia

La produzione iniziale della Stilus a partire dalla sua fondazione nel 1917, era centrata sulla realizzazione di una serie di modelli in linea con le tendenze tecniche e stilistiche dell'epoca.

Considereremo come anno conclusivo il 1930, anno indicativo di introduzione della celluloide, ma la data è del tutto arbitraria ed usata ai soli fini di gestione della cronologia.

Caratteristiche tecniche

I modelli iniziali della Stilus erano rientranti, caratterizzate principalmente, per la relativa versione, dall'uso di un meccanismo brevettato molto originale. Per il resto della realizzazione si tratta di penne relativamente ordinarie sul piano tecnico, ma di ottima qualità realizzativa.

Materiali

I modelli iniziali della Stilus erano tutti realizzati in ebanite, ma ai modelli semplici si affiancano modelli di maggior costo con rivestimenti sia in metallo laminato oro, che in oro massiccio. Le finiture erano in metallo laminato oro. Il pennino era in oro a 14 carati.

Sistema di riempimento

I sistemi di riempimento adottati sui primi modelli della Stilus corrispondono a quelli in uso all'epoca dalla gran parte dei produttori europei ed italiani. Il principale resta il safety, in particolare l'azienda si distingue per una variante molto ingegnosa del montaggio della spirale, coperta da brevetto (nº DE-368196) e per questo chiamata "brevettata".

Versioni

Significato
3xy Rientrante semplice
4xy Rientrante brevettata
6xy Levetta
7xy Pulsante

La produzione iniziale della Stilus era costituita da modelli di rientranti in ebanite; questi erano identificati da un codice di 3 cifre in cui la cifra delle centinaia indicava il tipo di caricamento. L'elenco completo poteva assumere i valori illustrati nella tabella a fianco, ma nei modelli iniziali i valori utilizzati erano solo 3 e 4 che sono quelli realtivi alle due varianti di meccanismo usato per le rientranti.

Colori

Da fare

Pennini

Da fare

Misure

Nella tabella seguente sono riportate le misure relative alla diverse varianti del modello, sia per quanto riguarda le lunghezze che il peso. I diametri per fusto e cappuccio sono misurati sul loro valore massimo, la sezione invece sul punto di presa, ed il diametro è quindi una indicazione approssimata. I pesi sono a penna scarica (o senza cartucce).

Versione Lunghezza Altre misure: lunghezze, diametri, pesi
N.2 Piccolo XX" ? XX il corpo, XX il cappuccio
N.3 Corto XX" ? XX il corpo, XX il cappuccio
N.4 Medio XX" ? XX il corpo, XX il cappuccio
N.5 Lungo XX" ? XX il corpo, XX il cappuccio

Riepilogo delle informazioni disponibili

Si riportano di seguito le informazioni raccolte in riferimento ai modelli trattati in questa pagina, a partire dai dati di cronologia, i riferimenti trovati sul web ed il materiale (foto, pubblicità, documenti) disponibile al riguardo.

Cronologia

Anno Avvenimento
1917 l'azienda viene fondata da Emilio Pecco a Torino come Pecco e C. Stilus

Riferimenti esterni

  • nessuno, per ora

Note

Materiale disponibile