Aurora 88P

From FountainPen
Jump to: navigation, search
Una Aurora 88P, cappuccio laminato

Storia

Una Aurora 88P, cappuccio laminato

Nel 1958[1] la Aurora, dopo aver raggiunto con la 88 e la 88K oltre i due milioni e mezzo di esemplari venduti,[2] mise sul mercato una seconda ristilizzazione del modello dando vita alla terza generazione delle 88, la 88P.

La produzione della 88P proseguì fino al 1964[3] (portando il numero delle 88 con una stima di circa cinque milioni) un anno dopo che, con una nuova ristilizzazione, era stata immessa sul mercato la Aurora 98, che in qualche modo si può considerare l'erede della dinastia.

Caratteristiche tecniche

La penna è una diretta evoluzione della 88K di cui mantiene le caratteristiche tecniche: il pennino coperto, il caricamento a stantuffo, il cappuccio con chiusura ad incastro. Anche il montaggio ad anello del fermaglio interno resta lo stesso, ma cambia la forma superiore della vite di bloccaggio, che resta comunque di plastica nera.

Materiali

La penna venne realizzata interamente in celluloide, compreso fondello e sezione. Il cappuccio continuò ad essere realizzato in metallo, con le stesse varianti della 88K. Verso la fine della produzione venne però messa in commercio anche una versione diversa della penna realizzata in plastica (?) opaca, di cui si conoscono pochissimi esemplari.[4]

Sistema di riempimento

La penna era dotata di sistema di caricamento a stantuffo, che è sostanzialmente identico a quello della 88K. Come nella 88K il fondello può essere smontato accedendo alla vite interna rimuovendo un tappino di plastica nera che ne chiude la terminazione posteriore.

Versioni

Logo
Logo
 
Seriale
Seriale

Anche la 88P continua a mantenere le tendenze stilistiche del periodo utilizzando un pennino coperto, inserendosi nell'eredità stilistica del progetto di Marcello Nizzoli mantenendo la forma a sigaro delle sue progenitrici 88 e 88K, ma con una dimensione del fusto leggermente più snella.

La più grossa differenza della 88P con le due serie precedenti è la nuova nuova testina piatta in plastica nera, disposta a raso della cima del cappuccio, ed inclinata discendente verso il fermaglio, che segna l'abbandono delle forme stondate per la cima del cappuccio. Il fermaglio resta lo stesso della 88K, piatto e con un incavo a forma di goccia allungata, decorato con una laccatura nera. Diversa anche la decorazione a righe del cappuccio, disposte a gruppi di sette linee sottili ravvicinati, a loro volta spaziati fra loro (di quasi un millimetro).

Come per la 88K non si conoscono versioni mini; la penna venne realizzata in una sola dimensione, le diverse versioni differiscono solo per il materiale del cappuccio, con l'eccezione delle versioni di lusso che venivano denominate GL (acronimo di Gran Lusso) in cui anche il fusto ed il fondello erano rivestiti (in metallo laminato o argento o oro massiccio).

Con seriale Con seriale
Con seriale
Senza seriale

La sezione continua ad avvolgere il pennino e recare sulla parte superiore la stampigliatura del logo ovoidale con la dicitura 88P, con la "P" in dimensione più grande rispetto al numero. Sul lato opposto della sezione viene riportata la misura del pennino, a destra la stampigliatura "Aurora" e a sinistra il numero di serie. Un esempio viene mostrato nell'immagine di sinistra della coppia a lato.

Logo alternativo

Esistono anche delle versioni (meno comuni ma non particolarmente rare) senza numero seriale, in cui il logo ovoidale con il numero sovrasta la scritta "Aurora" ed è solo presente, sul lato inferiore, la stampigliatura della misura del pennino, si pensa (ma non ci sono evidenze documentali) che siano relative alla produzione più recente, in cui sarebbe stato abbandonato l'uso del numero seriale. Un esempio viene mostrato nell'immagine di destra della coppia a lato.

La principale differenza delle diverse versioni del modello è, come per le precedenti 88 e 88K, quella relativa ai materiali con cui veniva realizzato il cappuccio (che restano gli stessi della 88K) e, nel caso delle versioni Gran Lusso, l'uso dello stesso materiale per il rivestimento di fusto e fondello.

Colori

Come le precedenti 88 e 88K anche la 88P è stata prodotta in un unico colore: il nero. Il corpo in celluloide continua a presentare sulla parte adiacente alla sezione delle finestrelle trasparenti per il controllo del livello di inchiostro. Le sole variazioni cromatiche del modello sono relative al cappuccio, realizzato sia in metallo bianco, che dorato. Sono molto rare versioni completamente rivestite in metallo laminato o in oro massiccio, e le versioni in plastica opaca messe in commercio alla fine della produzione del modello.

In sostanza, come per precedenti 88 e 88K, si possono classificare le diverse versioni sulla penna principalmente sulla base del colore (e relativo materiale) del cappuccio, secondo la seguente lista:

  • Cromato: in metallo cromato, nessuna marcatura, comune
  • Dorato: in metallo dorato, nessuna marcatura, il più comune
  • Argento: in argento, poco comune
  • Oro: in oro, raro

A queste si aggiungono le versioni completamente rivestite, sono note due varianti:

  • Dorate: corpo e cappuccio dorati, versione rara
  • Oro: corpo e cappuccio in oro massiccio

Pennini

Per le misure dei pennini vennero mantenute le opzioni già disponibili per la precedente 88K, e presumibilmente anche le stesse numerazioni (da verificare).

Misure

Nella tabella seguente sono riportate le misure relative alla diverse varianti del modello, sia per quanto riguarda le lunghezze che il peso. I diametri per fusto e cappuccio sono misurati sul loro valore massimo, la sezione invece sul punto di presa, ed il diametro è quindi una indicazione approssimata. I pesi sono a penna scarica (o senza cartucce).

Versione Lunghezza Altre misure: lunghezze, diametri, pesi
88P GF 13.8 cm Lunghezze: 6.4 cm cappuccio and 14.5 cm calzata. Diametri: 11.5 mm fusto and 12.1 mm cappuccio.

Riepilogo delle informazioni disponibili

Si riportano di seguito le informazioni raccolte in riferimento ai modelli trattati in questa pagina, a partire dai dati di cronologia, i riferimenti trovati sul web ed il materiale (foto, pubblicità, documenti) disponibile al riguardo.

Cronologia

Anno Avvenimento
1958 l'azienda introduce le Aurora 88P
1959 l'azienda esegue il restiling della Aurora 888 in Aurora 888P

Riferimenti esterni

  • [1] Panoramica sui vari modelli e varianti dell'Aurora 88
  • [2] Dettagliata storia della Aurora 88 e delle sue evoluzioni
  • [3] Altro articolo sull'Aurora 88 e le sue evoluzioni
  • [4] Discussione sulla differenza dei pennini

Note

  1. anche in questo caso per la datazione abbiamo preso come riferimento principale questo dettagliato articolo.
  2. di nuovo i dati vengono riportati nell'articolo indicato, senza però nessun riferimento documentale, o indicazione della loro origine.
  3. anche questa data viene indicata nell'articolo già citato in precedenza, ed anche per questa non ci sono riferimenti documentali.
  4. si faccia però attenzione a non confonderla con la riedizione denominata "Archivi storici", fatta da Aurora nel 2008 dopo aver ritrovato vecchie parti di ricambio in questo materiale nei magazzini della ditta.

Materiale disponibile