Ripristino di una clip Waterman

Da FountainPen.

Questa pagina[1] illustra le modalità con cui è possibile ripristinare una clip Waterman mantenendone le caratteristiche estetiche per la parte di rivettatura, che in caso di sostituzione deve essere molata per permette la rimozione.

In origine infatti queste clip venivano montate prima dell'inserimento del contro cappuccio, e quelli che sembrano rivetti che spuntano dalla clip in realtà non sono dei chiodini veri e propri, ma le due protuberanze di un unico pezzo fatto ad "U", che veniva inserito dall'interno: i due "chiodi" venivano quindi ribattuti con un idoneo utensile che andava a formare la due "teste" semisferiche, bloccando il fermaglio. Effettuare un ripristino completo è quasi sempre improponibile.

Una possibile alternativa è questa: dopo avere levigato gli eventuali monconi qualora sporgessero, pulire adeguatamente le superfici e fissare la clip con una goccia di adesivo cianoacrilico un pelo più in alto o più in basso rispetto alla posizione originale; il minimo affinché i fori non combacino con i vecchi moncherini, come in fig. 1.

Fig. 1 - Posizionamento della clip

Per assicurare un buon fissaggio si serri il tutto con una fascetta stringi tubo, come in fig. 2.

Fig. 2 - Serraggio della clip

Fino qui tutto facile, ma se si concludesse qui il lavoro non sarebbe né idoneo a garantire un buon fissaggio del fermaglio, né esteticamente valido per la mancanza delle testine dei chiodi. Si passi pertanto a ricostruire i due chiodini partendo da dei chiodi in ottone, che per quanto piccoli sono molto grossi ed inadatti, a mano di uno sgrossamento, allo scopo.

Per ridurne le dimensioni li si stringano quindi nel mandrino di un mini trapano e con l'aiuto di qualche piccola lima li si riduca e li si modelli sino a raggiungere dimensioni e forma volute (vedi figg. 4-5), lasciandoli di una lunghezza sufficiente a penetrare per lo spessore di almeno tutto il cappuccio (ma se penetrano anche nel contro cappuccio, tanto meglio). Il risultato finale è illustrato in figg. 6 e 7.

A questo punto occorre praticare due forellini in corrispondenza dei fori della clip per inserirvi i due chiodini appena costruiti.

Fig. 8 - Trapanatura delle sedi

Con un po' di fortuna si trova la punta del diametro giusto ed i chiodini vanno ben forzati nei fori, ma qualora entrassero un po' più comodi si può comunque bagnarli appena con l'adesivo cianacrililco per garantire che facciano una buona resistenza.

Fig. 9 - Risultato finale

Note

  1. la pagina è stata realizzata grazie contributo fornito da Marcello (utente forum PeppePipes) nella discussione sul forum riportata nei riferimenti, da cui è stata ripresa la gran parte della spiegazione.

Riferimenti

  • [1] La discussione che ha dato vita a questa pagina