Artus Numbered Models

From FountainPen
Jump to: navigation, search

Storia

La storia della produzione della Artus è praticamente ignota, per mancanza di informazioni storiche al riguardo,[1] per alcuni modelli, come la Favorit, vengono in aiuto delle pubblicità, ma per molti, identificati solo da un codice numerico, si sa ben poco. Si sono raccolte le pochissime informazioni relative a questi modelli in questa pagina, assumendo un inizio della produzione nel 1945, intendendo il dopoguerra per via delle loro caratteristiche stilistiche, ma trattasi di assunzione totalmente arbitraria e senza nessun riscontro fattuale.

Non è nota una data di terminazione precisa, assumeremo il 1972, assumendo lo stesso anno della dismissione del marchio, ma l'assunzione è totalmente arbitraria, senza alcun riscontro fattuale ed eseguita ai soli fini della gestione della cronologia.

Caratteristiche tecniche

La principale caratteristica innovativa di queste penne è l'uso della resina plastica a stampo, per il resto si tratta di una penne abbastanza ordinarie sul piano tecnico ma di ottima qualità costruttiva. Sono dotate prevalentemente con caricamento a stantuffo con finestra di trasparente sul fusto per la visualizzazione dell'inchiostro. Il cappuccio è con chiusura a vite, la clip è montata ad anello, o con jewel o con testina in plastica.

Materiali

Le Artus indicate in questa pagina sono realizzate in plastica a stampo di ottima qualità, la azienda infatti si può considerare uno dei pionieri in Germania nell'introduzione delle resine plastiche nella fabbricazione di penne stilografiche. Le finiture e la clip sono in metallo dorato. Il pennino è in metallo dorato.

Sistema di riempimento

Tutte le penne classificate finora in questa pagina sono dotate di un sistema caricamento a stantuffo realizzato in plastica di ottima qualità, e dotato di finestre di visualizzazione del livello di inchiostro (in forme diverse) poste nella parte bassa del fusto, vicino alla sezione.

Versioni

Si sono raccolte in questa pagina una serie di modelli diversi accomunati dall'essere identificati con un codice numerico. Sono noti i seguenti modelli:

  • Artus 23: modello leggermente affusolato con terminazione tronco-conica del fusto, clip ad anello e testina sottile, veretta singola. Clip con la parte alta più larga e sottile incavo dritto al centro, al di sotto del quale è posta incisione della marca Artus in verticale, linee dritte leggermente convergenti su una terminazione squadrata. Pennino in acciaio dorato con foro d'areazione tondo marcato "Artus", "Iridium Point" su due righe, "93". Finestre di visualizzazione dell'inchiostro sulla parte bassa del fusto, a profilo di pasticca. Stampigliatura "Artus" "Made in Germany" sul fusto, numerazione e misura del pennino sul fondello. Vedi queste foto.
  • Artus 41: modello leggermente affusolato con terminazione tronco-conica del fusto, clip ad anello esterno e jewel conico sulla testa del cappuccio, veretta singola. Clip con incisione della marca Artus in verticale sulla parte alta leggermente più larga, linee dritte leggermente convergenti su una terminazione squadrata. Pennino in acciaio dorato con foro d'areazione tondo marcato "Artus", "Iridium Point" su due righe, "93". Finestre di visualizzazione dell'inchiostro sulla parte bassa del fusto, a profilo di pasticca. Stampigliatura "Artus" "Made in Germany" sul fusto, numerazione e misura del pennino sul fondello. Sostanzialemente identica alla Artus 43, leggermente più piccola. Vedi queste foto.
  • Artus 42e: modello affusolato con forme ogivali, clip montata ad anello con testina a cupola, veretta singola. Clip con la parte alta più larga e sottile incavo dritto al centro, al di sotto del quale è posta incisione della marca Artus in verticale, linee dritte leggermente convergenti su una terminazione squadrata. Pennino scoperto in acciaio dorato. Finestre di visualizzazione dell'inchiostro sulla parte bassa del fusto, a oblò. Stampigliatura "Artus" "Made in Germany" sul fusto, numerazione e misura del pennino sul fondello. Vedi questa foto.
  • Artus 43: modello leggermente affusolato con terminazione tronco-conica del fusto, clip ad anello esterno e jewel conico sulla testa del cappuccio, veretta singola. Clip con incisione della marca Artus in verticale sulla parte alta leggermente più larga, linee dritte leggermente convergenti su una terminazione squadrata. Pennino in acciaio dorato con foro d'areazione tondo marcato "Artus", "Iridium Point" su due righe Finestre di visualizzazione dell'inchiostro sulla parte bassa del fusto, a profilo di pasticca. Stampigliatura "Artus" "Made in Germany" sul fusto, numerazione e misura del pennino sul fondello. Sostanzialemente identica alla Artus 41, leggermente più grande. Vedi queste foto.
  • Artus 50f: modello affusolato con forme ogivali, clip montata ad anello con testina a cupola, veretta singola. Clip con la parte alta più larga e sottile incavo dritto al centro, al di sotto del quale è posta incisione della marca Artus in verticale, linee dritte leggermente convergenti su una terminazione squadrata. Pennino coperto in acciaio dorato. Finestre di visualizzazione dell'inchiostro sulla parte bassa del fusto, di forma rettangolare. Stampigliatura "Artus" "Made in Germany" sul fusto, numerazione e misura del pennino sul fondello. Vedi questa foto.
  • Artus 160: modello leggermente affusolato con terminazione tronco-conica del fusto, clip ad anello esterno e jewel conico sulla testa del cappuccio, veretta singola. Clip con incisione della marca Artus in verticale sulla parte alta leggermente più larga, linee dritte leggermente convergenti su una terminazione squadrata. Pennino coperto in acciaio dorato. Finestre di visualizzazione dell'inchiostro sulla parte bassa del fusto, a profilo di pasticca.. Stampigliatura "Artus" "Made in Germany" sul fusto, numerazione e misura del pennino sul fondello. Vedi questa foto.

Colori

Non è nota una lista di colori, venne senz'altro usata la plastica nera, ma sono presenti varianti in altri colori (a tinta unita): azzurro, borgogna.

Pennini

Esistono due varianti principali, modelli a pennino coperto e modelli con pennino ordinario. Nei modelli con pennino aperto normale il foro di areazione è tondo ed è presente (posta al di sotto dello stesso) la stampigliatura del nome della marca, "Artus", in caratteri corsivi leggermente arcuati. Sotto la marca viene riportata la stampigliatura "Iridium Point" su due righe piane in stampatello maiuscolo, ed al di sotto un codice numerico (valori noti: 93, ...). Le misure del pennino sono diverse (riportate spesso anche sul fondello della penna). Sono note: EF, FK.

I modelli con pennino coperto hanno il foro di areazione è tondo e nessuna stampigliatura a vista. Le misure del pennino sono diverse (riportate spesso anche sul fondello della penna). Sono note: EF, FK.

Misure

Nella tabella seguente sono riportate le misure relative alla diverse varianti del modello, sia per quanto riguarda le lunghezze che il peso. I diametri per fusto e cappuccio sono misurati sul loro valore massimo, la sezione invece sul punto di presa, ed il diametro è quindi una indicazione approssimata. I pesi sono a penna scarica (o senza cartucce).

Versione Lunghezza Altre misure: lunghezze, diametri, pesi
41 13 cm Lunghezze: 12 cm fusto; 6,2 cm cappuccio and 14,2 cm calzata. Diametri: 11 mm fusto and 13 mm cappuccio.
42e 13,3 cm Lunghezze: 12 cm fusto and 15,5 cm calzata. Diametri: 12 mm fusto and 13 mm cappuccio.
43 13,6 cm Lunghezze: 12,4 cm fusto and 14,7 cm calzata.
50f 13,55 cm Lunghezze: 12,4 cm fusto; 6,55 cm cappuccio and 16.0 cm calzata. Diametri: 11,2 mm fusto; 13.1 mm cappuccio and 9,5 mm sezione. Peso: 13,4; 8,7 fusto and 4,7 cappuccio.
160 13,9 cm Lunghezze: 12,9 cm fusto and 15,2 cm calzata.

Riepilogo delle informazioni disponibili

Si riportano di seguito le informazioni raccolte in riferimento ai modelli trattati in questa pagina, a partire dai dati di cronologia, i riferimenti trovati sul web ed il materiale (foto, pubblicità, documenti) disponibile al riguardo.

Cronologia

Riferimenti esterni

Note

  1. si sa solo delle origini dell'azienda nel 1936/37, con acquisizione o fusione con la Orthos circa nel 1939, e quasi nessun dato sui modelli.

Materiale disponibile